Il grandissimo spettacolo di Love Mi incanta il Duomo di Milano tra sorrisi, novità e tanta solidarietà

Risposte importanti per il concertone gratuito organizzato in piazza da Fedez e J-Ax super eseguito in tv con l’11% di share in 6 ore e più di musica no stop

Il 28 giugno è stata una data cerchiata da moltissimo tempo in rosso sui calendari di milioni di persone. La stessa sarà stata sicuramente ancor più evidenziata nelle case di Fedez e J-Ax che, in pochissime settimane, hanno dato vita ad un enorme concerto benefico in piazza Duomo a Milano dal titolo “Love MI”. Dalle 18 fino a mezzanotte inoltrata spazio alla musica che sta facendo ballare ed intrattenere negli ultimi anni le generazioni più giovani, rappresentanti inamovibili della scena musicale milanese. Da Mara Sattei a Ghali e Miss Keta passando per Lazza, Ariete, Shiva, Dargen D’Amico, Tedua, Tananai e tantissimi altri per uno scopo più che valido: aiutare la ricerca raccogliendo fondi per Together To Go, Onlus che si occupa della riabilitazione dei più piccoli affetti da patologie neurologiche complesse.

Insomma, c’erano tutti gli ingredienti per una serata magica ma il meteo ha giocato un brutto scherzetto: nonostante la pioggia della giornata, migliaia di fan sono accorsi sin dalla mattina all’ombra del Duomo per accaparrarsi i migliori posti e non mancare al ritorno sulle scene di Fedez e J-Ax. È sicuramente l’insolito e creativo duo rap ad aver destato maggiore curiosità tra i presenti e gli spettatori in collegamento alla diretta televisiva, scelta più che giusta considerando l’ottimo 11% di share sia pomeridiano che serale. Il tutto, condito da tanto romanticismo ed emozioni: soltanto tre mesi fa infatti, il marito di Chiara Ferragni ha combattuto contro un terribile ed improvviso tumore al pancreas, recuperando in pochissime settimane sia la forma fisica che la giusta serenità psicologica per affrontare una sfida importante e travolgente come quella del Love MI. Giornate interminabili di prove, pressioni, un meccanismo a mmò di catena di montaggio dove nulla può esser lasciato al caso o essere dimenticato. Tutto è andato per il meglio tra l’entusiasmo dei presenti, i tantissimi fondi raccolti e la standing ovation per l’ora abbondante di concerto condiviso da Fedez ed Ax.

Una sinergia personale e musicale mai persa, un mix di tradizione e sperimentazione sonora, unendo al meglio in un unico fil rouge i successi di Fedez cantati da tutta la piazza e le indimenticate hit di Ax a partire dagli anni ’90. E lì dove il parterre ci ha messo del suo con cori, applausi ed entusiasmo, a sugellare la serata fantastica l’improvvisazione rappata di Ax e la chitarra di Fedez, anzi, Federico perché come ha sottolineato la co-conduttrice Elenoire Casalegno insieme ad Aurora Ramazzotti, in questi mesi il giovane cantante si è messo a nudo ed è diventato semplicemente un ragazzo con le sue sfide e le sue paure. In prima fila, immancabile Chiara Ferragni, che lo accompagna e lo incita in ogni passo. Con lei la sorella Valentina, l’amica di sempre Chiara Biasi e tantissimi personaggi del jet set milanese che popolano tv, reality e social.

Inutile negare che tanta attenzione è stata posta anche al rapporto tra Fedez ed Ax, che per tanti anni ed altrettante incomprensioni, si erano allontanati. Nessuno pensava ad un improvviso riavvicinamento ed invece è successo tre mesi fa, lontano dalle telecamere e con sei ore trascorse a telefono a comprendersi, chiacchierare, confrontarsi. Ed in quel confronto l’idea di fare qualcosa di importante insieme, per la propria città, per i bambini meno fortunati, qualcosa che resti nel tempo molto di più della solita hit estiva. A parlare è stato proprio Alessandro al termine del concertone, raccontandosi in una lunga intervista ed aggiungendo: “In società mai più con Fedez ma possiamo ancora fare musica insieme benché diversissimi di carattere. Intanto faccio una promessa: io a Sanremo mai, la voglio mantenere per i miei fan”. Ma in una serata di amore, amicizia, altruismo e sorrisi, le migliori risposte sono quelle che riguardano la solidarietà: ancora qualche ora per donare i fondi al numero solidale 45595, attivo fino al 30 giugno, in un abbraccio virtuale ma spontaneo ed importante alla ricerca ed alla medicina italiana, eccellenza in ogni campo.

Ti piace? Condividi con i tuoi amici
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram
Share on pinterest
Pinterest
Share on reddit
Reddit