Adidas Originals fa il suo ingresso nel Metaverso con gli avatar Ozworld

Tramite la piattaforma Ready Player Me, il noto brand genera un avatar ad immagine e somiglianza della personalità del suo fruitore, sponsorizzando la nuova linea di sneakers

Signori e signore, il metaverso inizia a far gola davvero a tutti. Se fino a qualche mese fa quest’insolita parola suonava ancora desueta per la maggior parte degli italiani, negli ultimi mesi è diventato un concetto ben presente nella quotidianità degli appassionati del web, approfondendone curiosità e dettagli. Per gli appassionati, è ormai un mondo parallelo: sono ben 350 milioni le persone che già lo abitano, in 43 mondi digitali esistenti ad oggi. Un fenomeno sempre più in espansione, che ha coinvolto non solo Mark Zuckerberg, il magnate della famiglia di Facebook, evoluto proprio in Meta ma anche tantissimi brand che guardano già al futuro, con idee originali legate alla propria identità.

Tra i pionieri figura anche Adidas Originals, che ha trasferito la sua nuovissima collezione Ozworld proprio nel metaverso, celebrando l’io nella sua versatilità di genere e stili. Contestualmente, il brand tedesco ha creato una piattaforma dedicata dal nome Ozworld Experience, sulla quale ogni utente può creare un avatar personalizzato da introdurre nel metaverso. L’introduzione prevede dei semplici test per misurare la pazienza e scegliere tra varie alternative come l’ordine o il caos, giocando con la tastiera del proprio pc. Sette step per testare il fruitore, comprendere quanto il mondo esterno possa influenzarlo, le sue peculiarità, le sue preferenze. Il penultimo, riguarda una scala di colori, mentre l’ultimo, lo stile che più rappresenta l’utente tra tre sneakers della collezione Ozworld: una interamente bianca, la seconda nera e la terza bicolore. Tramite questi input, la piattaforma genera automaticamente un avatar: nel test effettuato, il mio alter ego Adidas, rappresenta un omino vestito di glicine ed azzurro, con un cappello alla pescatora e delle grandi sneakers diverse, una blu e l’altra grigia, attorniato da sfere di materia che fluttuano nell’aria. Non male.

Una volta creato l’avatar, si ha la possibilità di inviare il lavoro con una mail e testare l’omino creato con tre azioni: due tipi di ballo ed una mossa di breakdance. Prima di lanciarlo nel metaverso, è possibile salvare degli screenshot dei movimenti previsti, scaricare un pacchetto di adesivi e gif Adidas, utilizzandole in app come Whatsapp ed Instagram. Insomma, ce n’è per tutti i gusti. Non ultime, le stupende scarpe della nuova collezione del brand sportivo che sono al centro dell’operazione, in sinergia con gli avatar interoperabili, sfruttabili in più piattaforme e basati tramite intelligenza artificiale sulla propria personalità. Un progetto ambizioso, che permetterà agli utenti di attraversare più metaversi virtuali mantenendo saldo il proprio carattere, così come nella vita tramite il proprio io. Già negli scorsi mesi, il brand Adidas ha sposato a pieno gli NTF, realizzati in collaborazione con la community globale Prada e l’artista digitale Zach Lieberman, tramite la piattaforma Ready Player Me. Andando ancora un altro po’ indietro nel tempo, lo scorso dicembre, il brand aveva realizzato persino delle tute NFT per Bored Ape Yacht Club #8774, aggiungendosi ai progetti PUNKS Comic e GMoney. Insomma, presente e futuro si fondono per l’utente che ama lo sport, la tecnologia e l’interoperabilità generativa avatar, con oltre 1.500 diverse app e giochi metaverso pronte a stuzzicare la più fervida curiosità.

Ti piace? Condividi con i tuoi amici
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram
Share on pinterest
Pinterest
Share on reddit
Reddit