La nuova frontiera di Netflix: arriva il “doppio pollice” di gradimento

Il tasto “adoro” è approdato sulla nota piattaforma streaming affiancando i consueti like e dislike per un ventaglio di suggerimenti sempre più mirati e personalizzati a disposizione di ogni utente

È davvero difficile sorprendere quando sei già gradito ma, partendo dall’assunto che la perfezione non esista, con un bel po’ di lavoro su se stessi si può creare sempre qualcosa di diverso ed inimmaginabile. Ben lo sa Netflix, il colosso delle piattaforme streaming che vanta quasi 200 milioni di utenti in tutto il mondo, pronto a fare parlare ancora tantissimo di sé. Nato dal genio di Reed Hastings e Marc Randolph nel lontano 29 agosto 1997 a Scotts Valley, in California, inizialmente come catena di distribuzione DVD, nel 2014 ha ampliato la sua distribuzione online, aumentando a dismisura film e serie tv a disposizione. Dal 2017 supporta ben 23 lingue per l’interfaccia utente e il servizio di assistenza ai clienti, coprendo le esigenze degli abbonati di tutto il mondo.

Il grandissimo e quasi inaspettato successo è dovuto alla prima serie tv trasmessa, la nota House of Cards – Gli intrighi del potere, in distribuzione dal febbraio 2013, dopo che i vertici aziendali avevano annunciato la volontà di produrre contenuti originali per la sezione “Watch Instantly”, spianando poi la strada ad uno storico accordo con Marvel Entertainment per la messa in onda delle quattro serie TV e una miniserie di 60 episodi dedicati a Daredevil, Jessica Jones, Pugno d’acciaio e Luke Cage. Insomma, un successo annunciato e sempre più in ascesa e che, complice la pandemia ed il lockdown, ha sempre visto nei numeri degli utenti un balzo positivo e crescente. Come migliorare quindi un prodotto che, ad un primo sguardo, sembra già perfetto ed amato da milioni di spettatori? Semplice, con l’ambizione.

Facciamo un altro piccolo salto indietro nel tempo e voliamo nel 2006, quando la piattaforma di streaming ha messo in palio un premio di un milione di dollari per chi fosse in grado di migliorare almeno del 10% le performance dell’algoritmo di suggerimento dei film, in base al gradimento già espresso. Due gruppi di lavoro hanno superato la soglia richiesta, competendo poi per la vittoria finale, che è stata aggiudicata. Da allora, l’azienda ha sempre voluto alzare l’asticella, studiando approfonditamente i gusti del suo utente medio, proponendo ad ogni abbonato un ventaglio di scelte e possibilità mirate e personalizzate ad ogni accesso. Il catalogo Netflix è così vasto infatti, che, come spesso recitano i meme del web, la stessa scelta del film da guardare copre tutto il lasso del tempo a disposizione in una serata. Per evitare un esagerato spreco di energie ben consci che anche l’entropia ha numerosi risvolti negativi, lo staff della nota piattaforma streaming ha quindi escogitato un’incredibile novità.

Si tratta del “doppio pollice di gradimento”, tradotto in italiano con “adoro” dalla piattaforma, una sorta di superlike da poter affibbiare a film e serie tv che hanno realmente colpito in positivo l’utente. Il feedback ricevuto resta fondamentale non solo per l’organizzazione del ventaglio della distribuzione ma anche per i suggerimenti dei titoli da proporre allo stesso fruitore. Il doppio pollice quindi, si è affiancato da pochissimi giorni al semplice like o al consueto dislike, apposto accanto ad ogni titolo. Un po’ come il cuoricino di stampo Facebook, anche il bi-pollice esprime amore verso dei contenuti precisi già visti e graditi, suggerendo al contempo alla piattaforma su cosa puntare non solo nel presente ma anche nel futuro, in attesa della nuova stagione della serie tv del cuore. E magari chissà, velocizzandone anche le fasi di registrazione, così come accaduto nel caso di Squid Game che non aveva previsto questo enorme successo planetario, inventandosi di punto e bianco anche una seconda serie. Adesso non c’è più scampo, parola ai fan Netflix: l’algoritmo è avvisato.

Ti piace? Condividi con i tuoi amici
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram
Share on pinterest
Pinterest
Share on reddit
Reddit