L’importanza della link building evitando penalizzazioni e passi falsi

link building evitando penalizzazioni e passi falsi

Seo on ed off page, backlink ed anchor test chiaro e rilevante sono le chiavi per un’ottima indicizzazione del proprio sito web sulla SERP, senza scorciatoie e penalizzazioni da parte di Google

Per accrescere la popolarità e l’autorevolezza di un sito web programmandone la crescita, è necessario studiare al meglio le potenzialità della link building, una tecnica SEO per incrementare il numero e la qualità dei link in ingresso. La stessa, contribuisce a dare importanza al dominio aiutandone il posizionamento di alcune pagine su Google, che ne carpisce l’autorevolezza. È di primaria importanza in primis suddividere la SEO in on-page ed off-page. La prima riguarda le operazioni al momento della stesura di un articolo o di un redazionale, la seconda chiama in causa proprio la link building esterna, tramite una rete di commenti, menzioni, collegamenti ipertestuali attivi sul portale e che rimandano ad esso.

Con questa tecnica, sarà possibile ottimizzare il posizionamento sui motori di ricerca e migliorare il ranking. Per riuscirvi correttamente però, è necessario seguire dei procedimenti chiave: un solo errore, può regalare istantaneamente un margine di penalizzazione enorme allo stesso sito web. È bene quindi affidarsi sempre ad un esperto SEO, che possa individuare la mission dello stesso, non snaturandone mai l’identità. Sarà necessario anche prestare attenzione ai backlink, ovvero le menzioni con collegamento ipertestuale provenienti da altri siti web che regalano una maggior visibilità sui motori di ricerca influenzando il posizionamento nella Search Engine Results Page. Certo, non bisogna collezionarli in maniera scriteriata ma, come dicevamo in precedenza, seguendo dei criteri ben precisi. In primis bisogna curare la fonte del link, contestualizzandoli in sinergia con il sito web originale. Mai scegliere una scorciatoia, che penalizza in tempi brevi lo stesso sito web. Tra le più note da non prendere in considerazione, l’acquisto o la vendita di link, l’uso delle recensioni o dei buoni regalo per ricevere link, campagne su larga scala di guest post e interviste ed ancora scambio di link.

Una strategia vincente è fare riferimento sempre ad un anchor text semplice e chiaro: mai discostarsi dall’argomento trattato, riprendendolo sia nella fonte originale che nella sua destinazione, mantenendo costante la rilevanza. Anche questo passaggio può causare penalizzazione nella SERP nel caso di forzature o automatismi. Google è molto attento ad ogni fase dell’indicizzazione, applicando oltre 200 criteri tra i quali il valore dei contenuti del sito ed i Core Web Vitals, che indicano l’usabilità della pagina. Uno specialista saprà a quali criteri affidarsi e le strategie migliori da adottare. Anche in questo caso, la tradizione non sbaglia mai: dall’iscrizione di forum tematici fino alla distribuzione di articoli targettizzati con riferimento a più parole chiave ricercando pagine specifiche. Supportano incredibilmente la link building anche gli strumenti creativi più noti come le infografiche, che forniscono in maniera naturale backlink ottimizzati SEO pronti ad essere condivisi da un’enorme rete di utenti.

Ti piace? Condividi con i tuoi amici
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram
Share on pinterest
Pinterest
Share on reddit
Reddit