Microsoft si lancia nel Metaverso

Microsoft apre le porte al Metaverso

Microsoft acquisisce la Activision-Blizzard per 26 miliardi di dollari: l’azienda punta al mondo dei videogames e Metaverso

Circa un mese fa Microsoft ha fatto un grande colpo, mettendo a segno quella che sarà forse ricordata come la più grande acquisizione di tutti i tempi. L’azienda di Bill Gates ha infatti annunciato il 18 gennaio scorso l’acquisizione di Activision Blizzard, famoso brand di videogames del calibro di “Call of Duty”, “World of Warcraft” o “Candy Crush”, per citarne alcuni. Per la multinazionale, che vede nei videogames il fulcro del futuro digitale, si tratta di un grande passo in avanti in quanto sostiene che saranno sempre più numerose le persone attratte da questo mondo e che si cimenteranno in sessioni di gioco attraverso l’uso di dispositivi mobili, computer e realtà virtuale.

La Microsoft pagherà 95 dollari per ogni singola azione di Activision: il valore complessivo dell’acquisizione sarà pari a 68,7 miliardi di dollari, ovvero più del doppio rispetto a quando la stessa azienda acquisì Linkedin per 26 miliardi di dollari nel 2016. L’accordo verrà ratificato nell’anno fiscale 2023, perché Activision è presente in molti mercati ed è dunque soggetta a trafile burocratiche molto lunghe e complesse. Grazie a questa acquisizione la Microsoft si catapulta al vertice in un settore in forte espansione, all’interno del quale l’azienda aveva già raggiunto un giro d’affari da più di dieci miliardi di dollari l’anno e circa 30 milioni di abbonati.

Microsoft apre le porte al Metaverso

Secondo Satya Nadella, Ceo di Microsoft, la multinazionale diventerà la terza azienda di gaming più grande al mondo per fatturato, alle spalle di Tencent e Sony. L’obiettivo è quello di avviare una nuova era dei videogames, inclusivi e accessibili a tutti: “Il videogioco è la categoria più dinamica ed eccitante dell’intrattenimento su tutte le piattaforme oggi e svolgerà un ruolo chiave nello sviluppo delle piattaforme di metaverse”, commenta Nadella.

Puntando al Metaverso, Microsoft si lancia nella sfida della realtà aumentata nella quale ormai tutti si stanno indirizzando. L’azienda, in questi termini, potrebbe dare del filo da torcere a Facebook, che sta puntando tutto su “Meta”.

Tra le altre importanti partnership realizzate da Microsoft, citiamo quella stretta di recente con Qualcomm, stabilita allo scopo di  realizzare un hardware specializzato per l’accesso al mondo virtuale. A ciò si aggiunge l’implementazione della piattaforma “Mesh” che permette agli utenti di svolgere riunioni mediante l’ausilio di ologrammi e consente di riunirsi con persone che si trovano fisicamente in luoghi diversi.

Realtà virtuale e NFT, il futuro dei videogames

L’acquisizione di Activision consentirà a Microsoft di entrare a far parte del mondo del gaming che ad oggi è uno dei mercati più competitivi in assoluto. I videogames

interessano circa 3 miliardi di persone in tutto il mondo e rappresentano la forma di intrattenimento più diffusa. Basti pensare che l’industria dei videogames nel 2021 ha superato i 200 miliardi di dollari. Microsoft avrà la possibilità di accedere ai titoli di Activision, che puntano sulla modalità multiplayer e sugli eSport, sempre più diffusi tra i giocatori del momento. Uno degli ipotetici vantaggi per i players sarebbe la possibilità di muoversi tra le versioni VR offerte dai titoli in gioco all’interno di un metaverso pensato ad hoc da Microsoft. Un’altra possibilità potrebbe essere rappresentata dall’entrata in gioco delle criptovalute e NFT, che offrirebbero opportunità di compravendita e pubblicità in-game per le aziende. A questo punto strumenti, quali le console Xbox series S e X, saranno considerati come chiavi di accesso al metaverso.

Ti piace? Condividi con i tuoi amici
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram
Share on pinterest
Pinterest
Share on reddit
Reddit